Conferenza stampa di presentazione Allenamento collegiale di spada

 

 

Non sopportiamo più che la scherma venga definita sport minore. E’ arrivato il momento che si parli della scherma come sport maggiore, anzi, come il maggiore degli sport!”. Parole pronunciate da Giorgio Scarso, Presidente della Federazione Italiana Scherma. Il riscatto dell’orgoglio della disciplina olimpica più medagliata d’Italia, parte da Acireale dove, giovedì 18 marzo, in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’allenamento collegiale della Nazionale di spada al PalaVolcan, il vertice federale ha chiesto a tutto il mondo della scherma italiana uno “scatto d’orgoglio”.

 

{loadposition allaci} 

 

Quello che chiedo da Acireale – ha detto Scarso – è che cittadini, sportivi, istituzioni e stampa si accorgano di noi, dei risultati conseguiti, dei nostri atleti che, nell’ombra e senza contratti faraonici, si allenano, sudano e vincono in ogni parte del Mondo. Ed intanto crescono come uomini, studiando e laureandosi. Chiedo che ci si accorga dei loro sacrifici e che si dia il giusto merito e plauso”. Acireale e la Sicilia sono già sulla “retta” via indicata dal Presidente Scarso. Non è un caso infatti che la città acese, dopo i Mondiali Cadetti e Giovani del 2008, accolga il ritiro collegiale della Nazionale di spada che conta, oltre alle campionesse del Mondo 2009 (Del Carretto, Cascioli, Moellhausen e Quondamcarlo) e dell’oro di Pechino 2008 Matteo Tagliariol, anche diversi atleti siciliani: da Paolo Pizzo ad Enrico Garozzo sino ai giovani Marco Fichera, Alberta Santuccio e Rossella Fiamingo.
Siamo ben lieti di ospitare la Nazionale di spada ed atleti di così alto valore – ha detto il Sindaco di Acireale, Nino Garozzo -. Ma siamo soprattutto lieti di ospitare la scherma italiana, sport nobile e che tanto ha dato all’Italia ed ad Acireale, considerando anche i risultati degli atleti acesi che portano in alto il nome della nostra città in ambito internazionale. Vogliamo ancora essere protagonisti – ha aggiunto il primo cittadino – del progetto Sicilia Scherma. Noi siamo disponibili”.
Del progetto, partito lo scorso novembre con il Congresso della Federazione Internazionale a Palermo e che si concluderà con l’organizzazione dei Mondiali 2011 a Catania, ha parlato il funzionario delegato della Regione Sicilia, Antonio Belcuore. “E’ un progetto su cui abbiamo scommesso parecchio e che coinvolge tutta la Regione – ha spiegato il funzionario regionale -. Quella di Acireale, con l’organizzazione dell’allenamento collegiale, è solo una tappa del percorso che ci condurrà sino ai Mondiali di Catania 2011. Altre tappe saranno rappresentate dal Trofeo del Mediterraneo a Modica e, soprattutto, dai Campionati Italiani Assoluti che si svolgeranno a fine giugno a Siracusa”.
C’è grande entusiasmo e voglia di mostrare al mondo la capacità organizzativa della Sicilia – ha detto invece il presidente del Comitato regionale Sicilia, Sebastiano Manzoni -. Soprattutto qui ad Acireale abbiamo riscontrato un’accoglienza eccellente, per la quale ringrazio l’amministrazione comunale e l’Altai Sport Villane per averci messo a disposizione la palestra”.
Il “Grazie” ad Acireale è giunto anche da parte del Commissario Tecnico della Nazionale, Sandro Cuomo. “Un’accoglienza quasi imbarazzante” ha detto l’ex campione olimpico di spada. Al termine dell’incontro con la stampa, il Sindaco Garozzo ha consegnato una targa ricordo sia all’olimpionico Matteo Tagliariol, che alla squadra campione del Mondo di spada femminile.