Domenica 25 ottobre è andata in scena “In punta di spada”

 

Innanzi ad una folta cornice di pubblico, accorso numerosissimo ed entusiasta a gremire gli spalti della Sala E1 del Complesso Fieristico “Le Ciminiere” di Catania, si è svolta, domenica 25 ottobre, “In punta di spada”, la 1° kermesse schermistica etnea voluta dalla Provincia Regionale di Catania e dal Comune di S. Agata Li Battiati (CT), come riconoscimento ai valori espressi dalla scherma catanese che vanta moltissimi appassionati e tanti campioni, tra cui gli atleti della ASD Methodos di S. Agata Li Battiati, premiati dalle numerose Autorità intervenute: il Presidente della Provincia, On.le Castiglione, il Sindaco del Comune di S. Agata Li Battiati, avv. Galati, e il Presidente del Consiglio Provinciale di Catania, dott. Leonardi.

 

Sotto la sapiente conduzione della brillante Daniela Spina, che ha dimostrato grande competenza  forte del suo recentissimo passato di schermitrice, il clou della manifestazione è stato certamente rappresentato dalla suggestiva cerimonia di investitura dei “nuovi” atleti della Methodos, fortemente voluta dai Maestri Gianni Sperlinga e Gemma Coscarelli, particolarmente significativa con riferimento ai valori sportivi e sociali dell’attività schermistica e delle sue regole di lealtà e correttezza, consacrate dal Decalogo dello Schermidore, consegnato ai ragazzi festanti da Giovanna Trillini, madrina della manifestazione, emozionata di fronte alla cerimonia di investitura e al bagno di folla che l’ha accolta, tra sentite attestazioni di stima e innumerevoli richieste di autografi. La Trillini è apparsa particolarmente contenta di poter valere come esempio illuminante per tutti i regazzini che si avviano alla pratica della scherma, di cui la fortissima atleta jesina ha sottolineato, soprattutto, il grande valore di insegnamento di vita, invitando i ragazzi a farne tesoro da subito.