Presentato a Roma il Progetto “SiciliaScherma2009/2010”

 

Si è svolta questa mattina a Roma, presso la Sala Colonne di Palazzo Marini, la conferenza stampa di presentazione del “Progetto Sicilia Scherma 2009-2010”. Presenti il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo Sport, Rocco Crimi; il Sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli; il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Giorgio Scarso; il Presidente del Comitato Regionale FIS, Sebastiano Manzoni; il Segretario Generale della Presidenza della Regione Siciliana, Carmelo Pietro Russo e l’Assessore allo Sport del Comune di Catania, Antonio Scalia. Nel corso dell’incontro con i media è stata presentata ufficialmente la candidatura – dopo quelle di Chicago, Tianjin e Budapest – della Città di Catania all’organizzazione dei Campionati del Mondo di Scherma del 2011 ed il relativo calendario degli eventi organizzati dalla Regione Siciliana.

In particolare, il Congresso della Federazione Internazionale di Scherma ed il “Memorial Calarese” di sciabola in programma a Palermo il 21 e 22 novembre prossimi e la 105esima edizione dei Campionati Italiani Assoluti di Siracusa 2010. Il presidente federale Giorgio Scarso ha voluto sottolineare il grande impegno della Federazione per riportare in Italia un Mondiale a distanza di cinque anni dalla straordinaria esperienza di Torino 2006: “Il progetto dimostra quanto il binomio sport-turismo possa promuovere una disciplina come la scherma anche attraverso la tradizione, la cultura e la storia del territorio siciliano. Un progetto innovativo e senza precedenti, ma soprattutto molto articolato e ricco di proposte non solo sportive. Il primo appuntamento sarà il Congresso della Federazione Internazionale di Scherma, a cui parteciperanno i delegati di ben 134 Paesi. Una due giorni storica che riporterà in Italia dopo 40 anni la più importante assise del movimento schermistico mondiale, nel corso della quale sarà ufficializzata la sede del Campionato del Mondo del 2011, decisivo per la qualificazione olimpica a Londra 2012. In contemporanea, inoltre, si disputerà il Memorial Calarese, Gran Galà di sciabola a cui parteciperanno i più importanti schermidori del mondo. Nel 2010, quindi, Siracusa ospiterà per la prima volta nella storia l’edizione numero 105 dei Campionati Italiani Assoluti, ennesima primizia. Una grande sfida che la scherma siciliana e gli Enti Locali hanno voluto affrontare per dar lustro ad una terra non sempre ricordata per le sue grandi potenzialità. Un sogno, non solo siciliano, ma dell’Italia intera”. Pieno appoggio da parte del Governo, così come affermato dal Sottosegretario allo Sport Rocco Crimi: “Ho avuto il piacere di condividere con la scherma italiana i successi di Pechino, gioendo al fianco del Presidente Scarso e della massime autorità sportive italiane ed internazionali ai trionfi dei nostri atleti. La scherma e i suoi successi rappresentano il volano ideale in termini di immagine per il nostro Paese e per la promozione della città di Catania per l’obiettivo mondiale. Lo sport, in un momento di crisi come quello attuale, è uno degli strumenti che possono aiutare l’economia a rimettersi in moto. Il Governo è fiero di poter ospitare i grandi eventi sportivi nel nostro Paese e proprio per questo sarà al fianco della Federazione Italiana e del Comitato Organizzatore affinché nulla possa mancare per il raggiungimento di un ennesimo e prestigioso riconoscimento a livello internazionale”. Un sogno mondiale, che il Sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, ha definito una delle sfide più emozionanti: “Catania, dopo un periodo tormentato, ha la grande possibilità di poter ritrovare i suoi antichi fasti. Già dal prossimo anno, con il Mondiale di pallavolo, la nostra città avrà la possibilità di dimostrare di poter ospitare una grande manifestazione. Se la scherma mondiale premierà la nostra candidatura, cercheremo lavorare al meglio per offrire a tutti gli appassionati una vetrina di primissimo livello, sia dal punto di vista organizzativo che per quanto concerne quello paesaggistico. Un obiettivo da non perdere, per accrescere la credibilità istituzionale iniziata l’anno scorso con una grande azione di risanamento”. La Regione Siciliana, partner strategico nell’azione di promozione, sarà uno degli attori principali del prossimo biennio, secondo quanto dichiarato dal Segretario Generale della Presidenza della Regione Siciliana, Carmelo Pietro Russo: “Dopo lo straordinario successo del Mondiale Cadetti e Giovani di Acireale 2008, che ha registrato un incremento dell’8,6{99aef789602a75e79f78b05ec59e95d32fbd6820ca22414955dddf1c028d9ba8} di presenze turistiche, la Regione Siciliana non poteva non investire in progetto del genere. Due anni di eventi e promozione del territorio in Italia e all’estero per far conoscere la terra siciliana, le sue tradizioni, le sue origini e quanto di meglio l’isola e i suoi abitanti sono in grado di offrire. C’è grande responsabilità per un’opportunità unica nel suo genere, non solo dal punto di vista sportivo, ma in termini di indotto. L’investimento fatto, pari a 3,5 milioni di euro, rappresenta un vero e proprio credo nella scherma e nelle opportunità che la disciplina stessa potrà generare”. Sebastiano Manzoni, Presidente del Comitato Regionale Siciliano della Federscherma, ha definito fondamentale il lavoro sul territorio: “Il nostro intento è quello di coinvolgere non solo Palermo, Siracusa e Catania, ma la Sicilia intera. Un biennio – spero triennio – che vedrà in prima linea le massime istituzioni locali, con l’obiettivo di regalare alla nostra terra una serie di eventi che ci consenta di organizzare la manifestazione iridata del 2011. Una sinergia, ne sono certo, di assoluto valore”.

 Fonte: federscherma.it